Giovedì 14 luglio si è svolta a Chatillon (Aosta) una tappa estiva del Summertime festival, un contest canoro che vede sfidarsi talenti emergenti provenienti da Piemonte e Valle d’Aosta, evento condotto da Stefano Capano e Alessandra Baldelli.

Giurati di eccezione Valentina Tesio direttamente da Amici e l’ex agente dei Vip Lele Mora, proprio a quest’ultimo abbiamo rivolto qualche domanda.

Lele come hai cominciato la tua carriera da manager?
In realtà avevo fatto un affare acquistando diversi negozi di parrucchiere e centri estetici ed erano frequentati dalle star, calciatori, attori, ma la voglia di svolgere questo lavoro è nata perché ero fan accanito di Loredana Bertè e così ho iniziato.

In questo momento della tua vita di cosa ti occupi?
Anche se non è bello dire quando si fa del bene, bisogna informare le persone che non sanno. Io ho sbagliato ad apparire, il mio lavoro era dietro le quinte e lì avrei dovuto restare, ho esagerato credendo di essere onnipotente e sono stato punito col carcere. Un’anno e mezzo di inferno in isolamento. Ma bisogna guardare avanti. Adesso ogni mattina mi reco all’ortomercato di Milano e insieme a tanti volontari diamo da mangiare a 5000 anziani nella comunità Pane Quotidiano, poi faccio qualcosa per la comunità di Don Mazzi e mi occupo di una comunità che ho creato da vent’anni in Bolivia dove ho tolto dalla miseria 2500 bambini mi aiuta una donna meravigliosa Marilena. Fare del bene fa bene. Sono sempre stato religioso e la Bibbia dice che nella nostra vita avremo 7 anni di vacche grasse e 7 anni di vacche magre..io ho avuto 21 anni di fortuna e non posso certo lamentarmi, considerando che sono arrivato dalla campagna con la valigia di cartone.

Cosa è per te la moda?
La moda è tutto, il look è fondamentale, le star hanno la responsabilità di presentarsi davanti al pubblico e segnano così delle tendenze, bisogna proteggere il made in Italy, ci stanno portando via tutti i marchi più prestigiosi. La moda però bisogna farla e non subirla, devi essere e non apparire, quindi sentirsi bene.

Tu hai aiutato tanta gente a diventare personaggio, ma quando ti è crollato tutto molti ti hanno voltato le spalle…come hai reagito?
Io faccio le cose perché mi sento di farle, ho aiutato e arricchito tanti artisti ed ancora ho tante amicizie, anche se sono di più quelle internazionali, io non porto rancore per nessuno…o meglio per due persone come ho già detto sì Alfonso Signorini perché è falso e un’altro che non merita di essere nominato per non dargli visibilità. Gli altri hanno fatto la loro scelta e non puoi certo giudicare, ma io ho la mia famiglia vicino due figli e tre nipoti e questo conta.

Prima di fare l’agente in tv cosa facevi?
Scrivevo programmi TV come C’è Posta per te, Uomini e Donne.
Per un anno hai ancora l’obbligo di rientrare alle 23 in casa…
Si, io lo chiamo ritiro spirituale, fa bene andare a letto presto, io amavo il tempo dove si ballava di pomeriggio o alle 21, ora i locali aprono tardissimo e hanno musica assordante. Dico ai giovani non bevete non drogatevi.

Fonte:https://www.mondospettacolo.com/lele-mora-si-racconta-su-mondospettacolo/